Trend video marketing del 2021 per il B2B

Trend Video Marketing del 2021 per il B2B

Condividi Il Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on skype
Share on email

Cosa dicono gli esperti riguardo l’utilizzo dei video: 


Come possono valorizzare il tuo prodotto/servizio, aumentare le conversioni e aumentare l’efficienza delle industrie tecnologiche, dei software B2B e SaaS?

Benvenuti alla relazione sui “Trend Video Marketing” del 2021 per Software, SaaS e Tecnologia

Secondo Hubspot, i video hanno dimostrato di essere il modo più facile ed efficace per coinvolgere i clienti e spingerli a completare un’azione.

 

L’85% dei consumatori vuole vedere più contenuti video, ed è proprio per questo che un video in una landing page, può aumentare le tue conversioni fino all’80%

 

Inoltre, il 97% dei marketer concorda sul fatto che, i video aiutano in modo efficace i consumatori a comprendere meglio il loro brand e cosa offrono.

 

Tutto ciò, lo rende il miglior modo per far comprendere appieno il valore di prodotti/servizi complessi, alle persone che non sono “tecnologicamente” educate. Infatti, le aziende SaaS, ora più che mai, investono (molto pesante) sui contenuti video.

 

Una strategia cruciale in un mondo che diventa sempre più digitale.

 

Il video non è più uno strumento aggiuntivo comodo da avere, ma è diventato INDISPENSABILE per allinearsi con il viaggio digitale dell’acquirente. 

 

Anche se sempre più aziende si stanno spostando dagli approcci di vendita “tradizionali” ad approcci più “self-service” e a modelli di crescita, guidati dal prodotto, i contenuti video saranno il catalizzatore (necessario) per garantire l’efficienza di queste transizioni.

 

Dalla “Brand Awareness”, alla “Brand Activation”, al “Costumer Onboarding” e fino alla fidelizzazione del cliente, il video si sta sedendo sul trono delle conversioni, per le aziende SaaS che vogliono restare competitive in un mercato… sovrappopolato.

 

Come fedeli sostenitori di questo strumento e delle sue potenzialità, abbiamo voluto esplorare lo stato attuale dei video in quest’industria, così da permettere a tutte queste aziende di raggiungere il loro pieno potenziale e di trovare il successo in un mercato che varrà 220,21 miliardi di dollari entro il 2022 (secondo le ultime stime).

 

Lavorando con numerosissime aziende SaaS, abbiamo analizzato e trovato i principali (e migliori) modi con cui utilizzano i video nel 2020 ed oltre.

 

Sei pronto ad iniziare? 

Come il Video supporta il Trend del “Cliente Self-Service”?

Secondo un sondaggio condotto da Nuance Enterprise, ora il 67% delle persone, invece di parlare con un rappresentante dell’azienda, preferisce un’esperienza “self-service”.

 

I consumatori vogliono fare un viaggio unico, esclusivo, per scoprire il tuo prodotto/servizio e il video è lo strumento migliore per accompagnarli.

Il 70% degli acquirenti B2B guarda un video prima di comprare. Ormai è una parte integrante del Costumer Journey.

Doug Sandlin, responsabile dello sviluppo di VolunCharity

Le persone, come mai prima d’ora, consumano una montagna di contenuti prima ancora di pensare di acquistare.

 

Con questo strumento, le aziende SaaS e B2B in generale, possono mirare a diversi tipi di clienti, con le informazioni più rilevanti, in qualunque fase del “Costumer Journey”.

 

Se tieni bene a mente ciò che un potenziale cliente vuole imparare dopo, puoi incoraggiarlo in modo efficace a continuare a muoversi verso il “fondo dell’imbuto”.

 

Le transizioni fra i vari video dovrebbe essere super-fluida, così da diventare una perfetta base di lancio verso l’obiettivo finale:

 

La conversione.

Ogni volta che le nostre aziende passano da "Richiedi una demo" a "Guarda un video dimostrativo", l’aumento delle conversioni è MASSICCIO e le chiamate da quest’ultimi, portano a un volume di vendite complessivamente più alto.

Garrett Mehrguth, CEO di Directive

Molte aziende si sono rese conto che le CTA come “Contatta il nostro commerciale” o “Richiedi una demo”, sono diventate obsolete e poco efficaci, ed è per questo che stanno (radicalmente) cambiando approccio.

 

Perchè queste Call to Action creano un attrito superfluo nel viaggio del tuo potenziale cliente e lo allontanano dall’esperienza self-service.

Le CTA dovrebbero spostare il consumatore più avanti nel suo viaggio e, invitandolo a guardare il prossimo video non fai altro che far crescere sempre di più il momentum.

Il video è davvero importante. Diventerà sempre più importante per noi, perché la maggior parte del nostro lavoro sta diventando un’esperienza aziendale self-service. Avremo molti clienti che impareranno da soli invece di essere supportati dal nostro personale.

Matt Garrepy, responsabile digitale, Solodev/DigitalUs

Come le aziende SaaS, Software B2B e di Tecnologia creano i contenuti video.

Quando si tratta di creare video, le aziende hanno 2 opzioni principali: l’outsourcing e l’in-house.

 

Le aziende focalizzate sulla qualità e su un processo di creazione ben strutturato dall’inizio alla fine, scelgono l’opzione dell’outsourcing.

 

Le aziende che invece non hanno queste priorità si limitano a produrre video economici, scegliendo perciò la creazione in-house. Però i risparmi sui costi, il tempo e gli sforzi con quest’opzione, non valgono la pena in confronto ad un investimento per un video professionale.

1. Creare video in outsourcing:

Grandi aziende, marchi straordinari e leader del settore si affidano a partner esterni per valorizzare al meglio possibile i loro prodotti.

 

Non hanno il tempo di fare video, perchè devono concentrarsi su altri aspetti del loro business, lasciando la creazione dei video agli esperti.

 

Un partner esperto, si prenderà tutto il tempo necessario per capire quali siano le tue esigenze e e come questo strumento può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Le aziende di video esterne hanno il vantaggio di avere un team più grande e spesso più preparato, che ha già prodotto moltissimi video. Sanno cosa stanno facendo e questo significa che spesso sono più bravi a stimare i tempi e budget.

Mathew King, direttore della produzione video di Vidyard

Qualsiasi video che rappresenta la tua azienda, deve portare un messaggio accattivante e rappresentarti nel miglior modo possibile.

 

Un’azienda che sa il fatto suo, che può perfezionare il tuo messaggio e accoppiarlo ad elementi visivi ad alto impatto, può rivelarsi inestimabile.

 

Le aziende che si affidano a terze parti, creano molti tipi di video, ma nella maggior parte dei casi, il focus è sulla produzione di “Pillar Content” di alta qualità.

 

Questi contenuti devono essere SPETTACOLARI poiché sono destinati a rimanere rilevanti nel prossimo futuro della tua azienda. Con un partner dedicato all’eccellenza, questi video diventano un’asset potentissimo per offrire un’esperienza self-service.

I nostri clienti sanno perfettamente che un video di alta qualità
aiuta a convertire, chiude gli affari e ispira le masse.

La produzione video di qualità non scomparirà e non c'è motivo di posizionare il tuo Brand con una qualità che non sia stellare e con una rappresentazione adeguata, quando lavori con un partner esterno.

Derek Gerber, responsabile prodotto-marketing di Explainify

2. Creare Video In-House:

Dal momento che molte aziende sono nuove ai video come strumento di marketing, devono essere cauti e imparare man mano che vanno avanti. Per loro, creare video standard è un must per la coerenza e il rafforzamento di un marchio.

 

La persona o il team incaricato ai video non può essere isolata ma deve lavorare a stretto contatto con tutti i reparti, per capire dove il video è necessario per supportare il viaggio dell’acquirente.

Il numero di video che abbiamo concettualizzato o sceneggiato supera di gran lunga la velocità con cui possiamo produrli.

Laura Smous, direttrice marketing senior per Adroll

E tutto questo è un impegno grande e difficile da fare se un’azienda ha appena iniziato con i video. Senza le risorse o il supporto adeguato, molti di questi video non rappresentano efficacemente il brand e diventano più un mal di testa che una risorsa utile.

 

I video prodotti in-house possono avere molte forme come: normali successioni di screenshot, generiche registrazioni di un’intervista, dimostrazione e panoramica delle funzionalità di un prodotto.

 

In alcuni casi, le aziende preferiscono questi video meno “sofisticati” perché credono che portino un senso di realismo allo spettatore.

Difficoltà:

Scalare la creazione di video in-house: Queste aziende, il più delle volte, non si sono attrezzate e preparate per rendere il loro processo di creazione di video scalabile.

 

C’è tipicamente un tempo di consegna molto lento a causa di una mancanza di comprensione ed esecuzione intorno a questo strumento o di una mancanza (proprio numerica) di membri del team.

Che tipi di video creano le aziende SaaS, software B2B e di Tecnologia?

Con molti casi’uso e una moltitudine di obiettivi da poter raggiungere con questo strumento, è importante essere consapevoli dei tipi di video più efficaci, da poter creare. Grazie all’esperienza maturata dopo aver creato centinaia di video, abbiamo individuato i 4 tipi più comuni che ti potranno portare i risultati migliori.

 

Per avere informazioni ancora più dettagliati sui vari tipi di video e sui loro processi di creazione, contattaci.

1. Video Explainer (VideoAnimate):

Di solito viene utilizzato come “Pillar Content” per differenziare un brand e semplificare la comprensione di prodotti/servizi complessi.

 

Processo di Creazione:

La gran parte delle volte, viene creato da un’Azienda esterna specializzata in Animazioni e (Soprattutto) Marketing.

Dopo aver ascoltato attentamente le esigenze del cliente, quest’Azienda prende le redini in mano della creazione rendendola Frustration-Free per te.

2. Video “Costumer Onboarding”:

Questo tipo rappresenta una serie di video ideati per dare il benvenuto ai tuoi potenziali clienti e aiutarli a familiarizzare con il tuo prodotto/servizio, in un modo molto scalabile.

 

Processo di Creazione:

Bisogna prima definire le aree chiave di un’esperienza di onboarding e combinare screenshots, con istruzioni audio per far fare agli utenti le azioni che desideriamo.

3. Video Demo/delle Caratteristiche del Prodotto/Servizio:

Questi sono dei tipi di video progettati per mostrare il tuo prodotto/servizio in azione e guidare i tuoi potenziali clienti sul come usarlo al meglio.

 

Processo di Creazione:

Il primo passo è definire le aree del tuo prodotto/servizio che vuoi evidenziare o spiegare e utilizzare l’animazione o gli screenshots, abbinati a registrazioni vocali per creare un video proprio intorno a queste aree chiave.

4. Video-Testimonianza:

Utilizzato per sfrttuare la riprova sociale del tuo prodotto o servizio.

 

Processo di Creazione:

Mettiti in contatto con i tuoi clienti più soddisfatti e registra ciò che hanno da dire su come il tuo prodotto/servizio, ha avuto impatti positivi sul loro business. Nella maggior parte dei casi, questi video sono girati e montati da esperti videomaker ma possono essere creati anche in-house con attrezzature di base.

Come il video viene sfruttato e misurato per Massimizzare i Risultati

Per raggiungere i tuoi obiettivi, devi essere strategico con la tua comunicazione, la lunghezza del video e come prevedi di utilizzare, vari tipi di video per sostenere l’intero funnel di vendita.


Inoltre, è necessario che tu monitori il successo dei tuoi video così da misurare il ROI e capire dove puoi migliorare.

1. Usa video più brevi per un impatto maggiore:

Più i tuoi potenziali clienti imparano in minor tempo, più è probabile che conoscano il tuo prodotto e i servizi meglio di quelli del tuo competitor. 

 

Per mantenere il tuo pubblico incollato alla tua pagina di invece di andare da altre parti, non usare video lunghi e carichi di informazione, specialmente all’inizio

 

Ti capisco perfettamente, la voglia di mostrare tutto il meglio che può offrire un tuo prodotto/servizio in un solo video è tantissima, ma, è un approccio inefficace.

 

Ricorda sempre che i tuoi video dovrebbero spingere i clienti ad andare avanti nel loro viaggio, non fermarli a grattarsi il capo.

 

I tuoi potenziali clienti guarderanno con piacere dei video brevi (ma di alta qualità) e si faranno strada (da soli) attraverso il vostro funnel, sempre se possono farlo a piccoli, ma gustosi, bocconi.

Quanti spettatori perdi in media se il video dura: 30 secondi, 1 minuto e 2 minuti?

Esempi di Lunghezza Video per differenti tipi:

 

  • Video Explainer: Indifferentemente da 45 a 90 secondi
  • Video Tutorial: Dovrebbero risolvere il problema in 1-3 minuti
  • Video Demo: Possono essere un po’ più lunghi ma comunque non più lunghi di 10 minuti.

I tuoi video devono essere brevi e devono arrivare subito al punto. Arriva al tuo obiettivo il più rapidamente possibile, fornendo nel frattempo informazioni genuine, perspicaci e utili ai tuoi spettatori.

Derek Gerber, responsabile prodotto-marketing di Explainify

2. Usa i Video in tutto il tuo Sales Funnel:

I giorni in cui si poteva usare un solo video dappertutto e per qualsiasi cosa, sono finiti da tempo.

 

Al giorno d’oggi, le aziende che hanno successo con questo strumento, creano un video apposito per ogni fare del funnel di vendita. Queste aziende, comprendendo a fondo il loro funnel e come i video possono essere sfruttati al meglio, sono in grado di accorciare i tempi di decisione aumentando però anche i tassi di conversione.

 

La vittoria più grande per la maggioranza dei business è riuscire a far comprendere cosa hanno da offrire all’inizio del funnel di vendita.

La nostra tecnologia può facilmente diventare PESANTE per gli spettatori e, grazie ai video siamo riusciti a comunicare il valore del nostro prodotto molto più velocemente e molto più facilmente.

Patricia La Bella, Manager della comunicazione marketing di ActivePDF (un'azienda PDFTron)

Visto che i software e simili, possono essere molto complessi e tecnici, quindi poco accessibili, grazie al video questà complessità può essere semplificata e resa comprensibile anche a chi non è del settore.

 

Un video all’inizio del funnel, può fare da ottimo trampolino di lancio per quelli successivi.

 

E visto che ora i consumatori si auto-educano, ci sono un’infinità di opportunità a metà e alla fine dell funnel per migliorare il suo viaggio, fornendogli materiale più approfondito e sempre più rilevante.

 

Guarda l’infografica qui sotto per capire quali tipi di video sono efficaci nelle diverse fasi del funnel di vendita.

Quando si comunica qualcosa tramite un video, si possono effettivamente vedere le esperessioni facciali e anche capire più chiaramente le informazioni. Le persone che si buttano e decisono di consumare questo tipo di contenuto continua ad aumentare.

Tabitha McFadden, vicepresidente di People Operations, RevUnit

Il nostro Funnel

Qui sotto vedrai, quelle che secondo noi, sono le fasi del Costumer Journey.

 

Sotto ogni fase ci sono i tipi di video che dovresti usare e, come dovresti misurarne i risultati. Questo grafico è il nostro approccio per determinare quale tipo di video è meglio per il tuo Brand.

Usare i video come strategia è un’idea supportata sia dai vertici dell azienda che da tutto il team di lavoro. Tutti hanno compreso che il re è il video.

Trevor Pyle, Responsabile Marketing senior dei prodotti di QuantumMetric

Il video non è un proiettile d’argento per tutti i tuoi problemi, ma è un amplificatore per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Ecco perché è importante creare il tuo video in base alle tue “personali” esigenze.

3. Usare il video come acceleratore per i modelli di crescita guidati dal prodotto:

L’acquisizione, l’attivazione e l’onboarding sono TUTTO in un modello di crescita guidato dal prodotto.

 

Quando il 40%-60% dei consumatori si iscrive per una prova e non tornano più, dovresti sfruttare il video per far sì che i tuoi potenziali clienti passino nel tuo Funnel, sempre con un approccio self-service.

 

Molte aziende puntano molto alle fasi in cui i consumatori hanno più difficoltà nel comprendere, usando video per permettergli di continuare ad andare avanti nel loro viaggio.

Metti il video nella tua pagina di benvenuto, nelle tue sequenze email e all'interno del prodotto per convertire gli utenti in “Product Qualified Leads” più velocemente.

Wes Bush, autore di Product-Led Growth

Forniscono anche video sul perché gli acquirenti dovrebbero eseguire azioni specifiche con un prodotto, rimuovendo così qualsiasi barriera tecnica.

 

Poiché il video influenza e spinge gli utenti a fare azioni critiche molto prima del normale, il Time to Value Rate (TTV), ovvero il Tempo di Realizzazione del Valore, accelera.

 

Per ottenere informazioni su quali contenuti creare, è possibile monitorare l’attività dei consumatori all’interno delle tue prove gratuite e dei prodotti freemium, per capire come aiutarli prima ancora di parlare con loro.

Usa i video per rimuovere l'ostacolo tecnico e procedurale da parte dell'utente.

Laura Smous, direttrice marketing senior dei prodotti di Adroll

Fornire un supporto attraverso un video aiuta anche a ridurre il “churn” e ad aumentare l’Average Revenue Per User (ARPU), ovvero il Fatturato Medio per Utente.

 

Inoltre, l’onboarding si può scalare molto più velocemente quando l’attenzione è sull’attivazione, invece di dipendere dai team Costumer Success (CS).

 

L’obiettivo da raggiungere con i video in questo caso, è quello di consentire a 1 rappresentante CS di gestire 10 volte la sua normale capacità.

Attivazione & Onboarding - è lì che puoi fare principalmente leva

Garret Mehrguth, CEO di Directive

4. Monitorare il ROI dei tuoi video

Quando inizi ad aumentare l’investimento in questo strumento e cominci ad usarlo in tutto il tuo funnel, le statistiche che ti interessano e come poi usi questi dati cambiano.

 

Perchè non si tratta più solo di views, ma anche di come quest’ultime influenzano i tuoi KPI (Key Performance Indicators).

 

Quando hosti i tuoi video con aziende di livello come Vidyard, essi tracciano per te le statistiche sulle views, che puoi integrare automaticamente al tuo CRM o software di automazione.

 

In questo modo, è possibile ottenere informazioni su chi ha guardato quale video e su come questo ha influenzato i nuovi contatti, la quantità di nuove pipeline e le nuove entrate generate.

 

Quando questi dati dai singoli account, vengono combinati con i tuoi dati generali di video analytics, poi è possibile stabilire le seguenti stats:

Il numero di lead qualificati generati da i tuoi sforzi di video marketing.

 

Dettagli sul tracciamento (tracking):

I dati di coinvolgimento vanno diretti nei registri di contatto per qualificare più velocemente i lead.

Se rintracci qualcuno che guarda il 50% o più di un video, manda automaticamente quell’utente al team di vendita per un’ulteriore revisione.

L’impatto che il tuo video ha sulle opportunità di vendita qualificate.

 

Dettagli sul tracciamento (tracking):

Una volta che i tuoi lead sono stati inquadrati e qualificati dal tuo team di vendita, questi lead ora diventano parte della tua pipeline

L’impatto dei tuoi video sulla quantità delle nuove entrate.

 

Dettagli sul tracciamento (tracking):

Dai un’occhiata a quali video hanno influenzato il numero di contratti chiusi, in un determinato lasso di tempo.

Poi puoi sommare la quantità totale delle nuove entrate (dalle vendite concluse), influenzate dai video.

Come i dipartimenti all'interno delle aziende SaaS, software B2B e di Tecnologia usano i Video per avere una leva maggiore

Dal momento che il video ora tocca ogni aspetto di un’organizzazione, è fondamentale capire come ogni dipartimento sfrutta questo strumento per ottenere risultati migliori.

1. Marketing

L’obiettivo del dipartimento di marketing è quello di creare interesse, generare lead e sviluppare la Brand Awareness.

 

Ora come ora, hai solo pochi secondi per catturare l’attenzione di qualcuno prima che si ditragga e per questo, il video è il miglior mezzo da utilizzare.

Evidenziare la tua offerta esperienziale unica attraverso il video ti mantiene posizionato in cima alle menti e rilevante all'interno di un mercato affollato

Dana Oppermann, Product Marketing Lead, Onera

Comunicando il valore del loro prodotto più velocemente e in modo semplice, i tuoi potenziali clienti avranno le idee chiare dal primo contatto che avrà con la tua azienda.

 

Molti marketer si concentrano sullo storytelling di alto livello del Brand e sui contenuti video, entrambi molto fondamentali all’inizio del funnel, ed è difficile cambieranno presto.

 

I video posizionano con fermezza il tuo Brand, come una risorsa esperta e, aiutano i tuoi potenziali clienti a capire cosa possono imparare, man mano che avanzano nel loro viaggio.

Metti il video nella tua pagina di benvenuto, nelle tue sequenze email e all'interno del prodotto per convertire gli utenti in “Product Qualified Leads” più velocemente. Usare i video è un gioco da ragazzi, ed è anche il modo più semplice e digitalmente efficace per spiegare i prodotti ai "profani" senza essere troppo tecnici.

Dana Oppermann, Product Marketing Lead, Onera

Dal momento che il video non è un elemento a se, questo dipartimento ora lavora a stretto contatto con il supporto clienti e i commerciali, per rendere il più fluido e semplice possibile i primi step del tuo percorso di vendita, così anche da facilitare ENORMEMENTE il lavoro agli altri dipartimenti quando l’utente arriverà.

 

I video di branding e i video dimostrativi hanno dimostrato più e più volte di essere efficaci.


È anche pratica comune per i marketers, intervistare i membri del team e creare contenuti video che evidenziano la loro competenza.

Il video è un ottimo modo per aggiornare i clienti, costruire relazioni e portare valore aggiunto

Tabitha McFadden, vicepresidente di People Operations, RevUnit

2. Commerciale

Come venditore, il mio obiettivo è quello di avere davanti un potenziale cliente che non devo ulteriormente educare. Questo è il potere dei video, perchè ora stai facendo una trattativa di vendita con un’utente istruito.

Garret Mehrguth, CEO, Directive

Il video permette al dipartimento commerciale, di passare meno tempo a educare i potenziali clienti e più tempo a chiudere gli affari.

 

In un certo senso, questo dipartimento vuole che i video facciano il lavoro al posto loro.

 

Ma questo non è uno strumento che sostituisce le persone, ma piuttosto un moltiplicatore di forza per le vendite.

 

Il video giusto al momento giusto ridurrà i tempi di comunicazione, creerà fiducia e spingerà all’acquisto senza ulteriori passi e sforzi.

 

Poiché i clienti si sono auto-educati prima di parlare con i tuoi commerciali, hanno una conoscenza di base già stabilita che fa andare avanti una conversazione di vendita molto, molto più rapidamente.

Molte persone preferiscono vedere un prodotto di persona invece di passare attraverso una demo.

Melodie Hays Terry, Product Owner, SupplyPike

Invece di attirare un cliente con una demo, i commerciali ora usano dei video dimostrativi per mostrare il prodotto/servizio e poi chiudono in base al feedback del cliente.

 

È vantaggioso per questo dipartimento avere una vasta gamma di video.

 

Osservando i dati di visualizzazione, un venditore può determinare quali caratteristiche di un prodotto interessano maggiormente a un potenziale cliente e, fornire un video su misura per le sue esigenze.

 

Quando il video viene usato in questo modo, aspettati un aumento dei tassi di conversione.

 

I team di vendita notano anche come possono usare i video per fare “upsell”.

 

Per fare questo, possono avere un video demo dedicato a una funzionalità gratuita del prodotto e, avere un CTA per guardare una demo della funzionalità premium alla fine del video.

Non ci aspettavamo che la qualità delle nostre conversazioni e la conversione in lead qualificati fosse così legata al video.

Dana Oppermann, Product Marketing Lead, Onera

3. Supporto Clienti/Costumer Success

L'obiettivo è far diventare il normale utente che usa la nostra piattaforma, un super-utente. Vogliamo che abbia un successo incredibile, il che significa che dobbiamo avere anche una grande documentazione. Quella documentazione deve essere una serie di video ultra-dinamici che supporta quello che stiamo facendo.

Matt Garrepy, responsabile digitale di Solodev/DigitalUs

Nell’ambito SaaS e Software B2B, il CS si basa saldamente sull’attivazione e l’onboarding.

 

Quando questi processi possono essere scalati, aumenterai i tuoi tassi di conversione per le demo senza aumentare i costi.

 

Far sentire un nuovo cliente il benvenuto è una cosa, ma i centri di supporto preferirebbero risolvere la maggior parte dei loro ticket, semplicemente inviando video in linea con le esigenze dell’utente.

 

Che si tratti di un potenziale cliente che prova il tuo software per la prima volta, o di un cliente pagante appena convertito, gli obiettivi sono gli stessi :

Ciò che porta un cliente al successo una volta che ha acquistato è l'istruzione, l'accesso alla documentazione, l'accesso alla conoscenza e l'accesso alla comunità.

Matt Garrepy, responsabile digitale di Solodev/DigitalUs

Farli auto-educare e metterli nella posizione di poter avere successo con il tuo software, attraverso un forte contenuto di attivazione.

 

Non vogliono chiedere aiuto, non vogliono parlare i commerciali e non vogliono sentire un altro lungo pitch di vendita.

 

Il video risolve tutti questi problemi attraverso moduli di formazione studiati e rilevanti, video dimostrativi e walkthrough delle varie funzionalità.

 

Per creare questi contenuti, il dipartimento CS esamina il feedback dei clienti e crea video che rispondono alle domande più comuni e, riducono qualunque barriera si frappone fra il cliente e i suoi obiettivi.

I video aiutano la comunicazione con i cliente, dando una forma all’aiuto del supporto, non solo dicendo cosa fare, ma mostrandoglielo. Questo porta a un maggiore ROI perchè non dobbiamo coinvolgere il supporto tecnico.

Bianca Vaccarini, Social Media Relationship Manager di ServiceNow

Raggiungi i tuoi obiettivi grazie al Video Marketing, ti stanno solo aspettando!

Per le aziende SaaS, di software B2B e di Tecnologia che cercano di allinearsi con il nuovo viaggio self-service del cliente, di massimizzare l’efficienza dei loro team e, in definitiva, di aumentare i tassi di conversione, il video è uno strumento che non può essere ignorato.

 

C’è bisogno di differenziare ed evidenziare i benefici dei vostri prodotti e una strategia video- subito e dappertutto, fornisce questa opportunità.

 

Alcuni si tireranno su le maniche e cercheranno di affrontare la sfida di creare video in-house.

 

Mentre altri hanno compreso il valore che deriva dal lavorare con un’esperta azienda esterna che porta esperienza e qualità in ogni progetto.

 

Qualunque sia la strada che hai scelto, noi siamo qui per sostenere il tuo viaggio verso il successo utilizzando i video.

 

Grazie per esserti unito a noi in questo viaggio attraverso i trend che stanno definendo il presente e il futuro delle aziende SaaS, B2B software e di Tecnologia!

 

Qualunque siano le tue esigenze a riguardo, il nostro team creerà video coinvolgenti che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi più grandi obiettivi. Con la sicurezza che l’esperienza sarà fluida e priva di grattacapi da risolvere.

 

Puoi contattarci su WhatsApp o cliccando qui!

Il Team di Videoanimate

Lasciaci un Commento​

Che cosa ne pensi di questo articolo?

Leggi anche questi Articoli​

Quanto è complesso il tuo business da comunicare?