Come trovare nuovi clienti per la tua azienda con i video explainer

Condividi Il Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on skype
Share on email

Se ti stai chiedendo come trovare nuovi clienti per la tua azienda, in questo articolo ti spiegherò perchè e come i video explainer possono aiutarti a farlo.

Ovviamente ci sono anche altre soluzioni, ma dopo decine e decine di articoli quasi tutti uguali, ormai ti sei un po’ stancato. I video explainer invece sono l’ultima novità, almeno qua in Italia.

Il fatto è che, se navighi in qualsiasi sito di Internet noterai subito e facilmente che ci sono pagine piene di parole, parole, parole e ancora altre parole.

Ma il nostro cervello è cablato per rilevare il movimento, è un istinto di sopravvivenza, se vedi un orso camminare nella foresta il tuo cervello rettiliano processerà 5 volte più velocemente la stessa informazione, rispetto al resto del tuo cervello ( Per saperne di più leggi questo articolo).

Quindi è facile capire perché YouTube è il motore di ricerca e il sito di social media migliore nel mondo.

Visto che i nostri cervelli sono cablati per il movimento, quando visiti un sito web, non lo leggerai subito per filo e per segno perchè i tuoi occhi sono sovraccarichi di lettere e numeri, ma lo skimmerai, ovvero scrollerai sù e giù la pagina per capire se è di tuo interesse o meno.

Nonostante questo, se inizi a guardare un video, lo finirai perchè è uno stimolo, visivo e, in movimento.

Che sia per la tua azienda, per il tuo sito web o per una landing page, il video explainer animato è una miniera d’oro che vorresti (fra pochi anni dovrai) avere e che devi assicurarti che sia stato fatto al meglio.

Come puoi farlo? Beh, lasciami spiegare…

1) OTTIMI video explainer utilizzano le animazioni per educare, informare ed intrattenere.

La concorrenza online è affamata, feroce e senza scrupoli. Appena c’è qualcosa di nuovo, subito tutti cominciano ad imitarlo.

Quindi cosa differenzia un ottimo video explainer da uno mediocre?

Un ottimo video explainer risponde alle 3W (Who you are? What you do? Why we should use your product/service?) attraverso l’animazione, l’informazione e l’intrattenimento.

Dare vita gli oggetti animandoli, accompagnando il tutto con una panoramica sul CHI?-COSA?-PERCHÉ della vostra azienda, è ciò che separa un buon video explainer da uno banale.

Dai un’occhiata al tuo sito o alla tua landing page.

Molto probabilmente hai un Titolo in alto, un sottotitolo e magari anche un’immagine di sfondo. Tutto bellissimo no?

Ora ti chiedo di ragionare un secondo: quanti siti pensi che abbiano le stesse caratteristiche?

Pensi che il tuo sito riuscirà a farti differenziare e risaltare in un mercato così competitivo?

Se nonostante ciò che ho detto fino ad ora, la tua risposta è si, spero che riuscirai a cambiare prospettiva prima che sia troppo tardi.

Se hai letto bene ed appreso quello che hai visto fino ad ora e la tua risposta è no, mi complimento con te, perchè hai già fatto il primo passo di vantaggio sulla concorrenza.

Negli Stati Uniti, il video explainer animato è già diventato qualcosa di immancabile, qui in Italia fortunatamente no e questo vuol dire che hai ancora un enorme vantaggio competitivo su cui capitalizzare. 

Immagina, di poter spiegare e mostrare in meno di 2 minuti:

  • Chi sei? (Who you are?)
  • Cosa Fai? (What you do?)
  • Perchè dovrei utilizzare il tuo prodotto/servizio? (Why i should use your product/service?)

Guarda questo video explainer animato che abbiamo creato (qui il Caso Studio):

Hai visto come risponde in modo efficace alle 3W?

  1. Chi Sei? One Real Estate, un’agenzia immobiliare.
  2. Cosa fai? Ti aiutamo a vendere il tuo immobile.
  3. Perchè dovrei usare il tuo prodotto/servizio? Perchè ti aiuteremo a vendere il tuo immobile nel minor tempo possibile (90 giorni) facendoti risparmiare tempo e preziose risorse.

Se tu avessi un’immobile da vendere, utilizzeresti il servizio di One Real Estate?

I tuoi occhi hanno seguito il video dall’inizio alla fine,vero? Non c’è nessun trucco, solamente anni e anni di esperienza nel marketing.

2) Un video explainer DEVE evocare emozioni

Un fantastico ed efficacissimo modo per intrattenere una persona è attraverso le emozioni (chiedilo alla Disney).

Se il tuo video explainer è in grado di evocare emozioni, per esempio attraverso una storia (fatta seguendo delle regole precise), stai certo che sarà memorabile, risalterà di più in mezzo alla massa e soprattutto venderà di più! (Leggi qui per capire perchè)

Ecco per te un esempio:

Nonostante il video abbia una forte carica emotiva, risponde comunque alle 3W.

Perchè capisci che Fidel è un’azienda di assicurazioni (Chi sei?), che ti aiuta attraverso le loro polizze assicurative (Cosa fai?) anche in situazioni dove le altre aziende non sono in grado (Perchè tu?).

Inutile dire che dopo aver visto questo video, se ami il tuo cane (chi è che non ama il proprio cane) sarai più che felice e deciso di usare le polizze assicurative di Fidel.

Immagina, se questo stesso video avesse avuto lo stesso soggetto: Fidel, ma senza la storia di Sara. Pensa se avesse mostrato le tariffe, i vantaggi, i problemi dei competitor e basta.

Secondo te avrebbe avuto lo stesso impatto?

3) I video explainer fatti come si deve ti influenzano a comprare o usare un prodotto/servizio

I due video di sopra riguardano aziende che offrono servizi, forse però la tua azienda offre un prodotto.

Per certi versi, è ancora meglio.

Perchè? Perchè attraverso le animazioni, possono vedere il tuo prodotto in azione! Mostrando anche elementi che attraverso le parole, le immagini o un video “reale” non verrebbero capiti.

Pensa per esempio ad un risparmio sui costi, puoi sempre scriverlo ovviamente, ma se tu potessi “vederlo” con i tuoi occhi?

Guarda il video di SPM Instrument per capire che cosa intendo:

Ora mettiamo che il tuo target ha un problema che solo il tuo prodotto può risolvere, ma nonostante questo comunque decide di non usarlo.

Ricordi all’inizio, quando ti ho detto che il nostro cervello è cablato per il movimento? Proprio per questo motivo, ricordiamo il 95% di tutto ciò che vediamo in un video.

Quando un imprenditore avrà un fermomacchina in un suo impianto, indovina un po’ di chi si ricorderà?

Esatto, proprio di Airius.

Riesci ad immaginare che razza di potere ha un video explainer? Il livello di influenza che può avere su qualcuno anche a distanza di tempo è qualcosa di incredibile.

Calma però, non sto assolutamente dicendo che non funzioni subito…anzi:

IN CONCLUSIONE

Dopo aver creato o fatto creare il tuo video explainer, ti sentirai avvantaggiato, ti sentirai sicuro di te e fiducioso di ottenere presto degli ottimi risultati.

Perchè se ci pensi bene, usare un video explainer per attirare l’attenzione di un cervello cablato per rilevare movimenti sembra quasi una mossa “scorretta” da fare.

Alla fine, ti basta che sia in grado di rispondere alle 3W, evocare emozioni e influenzare un acquisto/utilizzo e il gioco è fatto. Magari fosse così facile vero?

Purtroppo, se davvero vuoi ottenere risultati concreti: più contatti caldi, più clienti e più vendite.

Non devi creare un video explainer e poi sperare che arrivino più clienti, ma devi creare un video explainer che sia fatto appositamente per far arrivare più clienti.

Se ti affiderai ad un videomaker, già ti faccio i miei complimenti prima che ne riceverai tanti altri, perchè il video sarà fantastico.

Ma se ti affiderai a degli esperti di marketing, otterrai un video memorabile, creato con il solo scopo di aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo. Creato per farti ottenere risultati concreti.

Hai 2 scelte, quali fra le due ti aiuterà ad avere il futuro che sogni?

Saluti, da VideoAnimate

[wpforms id=”124″]

Lasciaci un Commento​

Che cosa ne pensi di questo articolo?

Leggi anche questi Articoli​

Trend Video Marketing del 2021 per il B2B
Tutti gli articoli

Trend video marketing del 2021 per il B2B

Cosa dicono gli esperti riguardo l’utilizzo dei video:  Come possono valorizzare il tuo prodotto/servizio, aumentare le conversioni e aumentare l’efficienza delle industrie tecnologiche, dei software

Leggi di più »

Quanto è complesso il tuo business da comunicare?